ESENZIONI E RIDUZIONI

  • Esenzione abitazione principale

Per abitazione principale si intende l'immobile, iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare (escluse le cat. A/1, A/8 e A/9), nel quale il possessore dimora abitualmente e risiede anagraficamente. Nel caso in cui più unità immobiliari siano utilizzate contemporaneamente come abitazione principale, SOLAMENTE UNA potrà considerarsi ai fini del tributo abitazione principale, a scelta del contribuente.

Per pertinenze dell'abitazione principale si intendono ESCLUSIVAMENTE quelle classificate nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7, nella misura massima di un'unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali indicate, anche se iscritte in catasto unitamente all'unità ad uso abitativo.

  • Riduzione per comodato gratuito a figli o genitori

Per l'anno 2017, per le unità immobiliari, fatta eccezione per quelle classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9, concesse in comodato dal soggetto passivo ai parenti in linea retta entro il primo grado che le utilizzano come abitazione principale, la base imponibile è ridotta del 50%, a condizione che:

a) il contratto sia regolarmente registrato;

b) il comodante possieda un solo immobile in Italia e risieda anagraficamente nonché dimori abitualmente nello stesso comune in cui è situato l'immobile concesso in comodato.

Il beneficio si applica anche nel caso in cui il comodante oltre all'immobile concesso in comodato possieda nello stesso comune un altro immobile adibito a propria abitazione principale, ad eccezione delle unità abitative classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9. I soggetti interessati dovranno presentare apposita dichiarazione, debitamente documentata.

  • Esenzione pensionati residenti all'estero

A partire dal 2015, per i soggetti residenti all'AIRE (Anagrafe Italiana Residenti all'Estero), un solo immobile posseduto in Italia si può considerare abitazione principale (e quindi esente IMU) solo se si è pensionati nello Stato estero di residenza e con pensione rilasciata dallo stesso Stato estero, a condizione che l'immobile risulti non locato o concesso in comodato.In presenza di più unità abitative possedute, la scelta può essere effettuata direttamente dal contribuente.Se si è pensionati in Italia ma si risiede all'estero, non è possibile considerare l'immobile come abitazione principale. I soggetti interessati dovranno presentare apposita dichiarazione, debitamente documentata.

  • Esenzione terreni agricoli per coltivatori diretti iscritti

Per l'anno 2017, è confermata l'esenzione per tutti i terreni agricoli posseduti e condotti da coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali, iscritti nell'apposita sezione della previdenza agricola. I soggetti interessati dovranno presentare apposita dichiarazione, debitamente documentata.

  • Riduzione immobili locati a canone concordato

Anche gli immobili locati, con contratto debitamente registrato, a canone concordato godono di uno sconto sull'Imu 2017. In questo caso, si tratta di una riduzione del 25% che si va ad applicare sull'aliquota che il Comune ha deliberato per l'anno 2017. I soggetti interessati dovranno presentare apposita dichiarazione, debitamente documentata.